articolo di Liliana Scavoni Amoreluce

LA POTENZA DEL PENSIERO

Quando il pensiero crea la tua realtà interiore

Nel momento in cui guardi una cosa la stai già modificando e quando pensi qualcosa in merito ad essa, hai formulato una nuova realtà dentro di te, nella quale probabilmente crederai. In un momento successivo, indefinito, quando raccoglierai nuovi dati informativi, modificherai il tuo concetto di realtà e crederai alla tua nuova considerazione. 

Qual è la “vera” realtà?

A questo punto, personalmente mi sorgerebbe una domanda: ma allora, qual è la “vera” realtà? Per cercare di rispondere, riporto le parole secondo me interessanti e semplici del mio Maestro:

“Iniziamo a vedere la  realtà quando smettiamo di decidere come guardarla e cosa pensare di essa. Iniziamo a vedere la realtà per quello che è quando decidiamo di non temerla. “

Alle sue parole aggiungo questa frase, come spunto di riflessione sicuramente prima per me stessa e poi per chi desidera rifletterci a modo proprio: 

“Iniziamo a vedere la nostra realtà quando scegliamo di evolverci secondo la Natura che siamo”

 

Come pensiamo, viviamo

E’ incredibile come un proprio modo di vedere il mondo crolla nel momento in cui una versione più convincente (e apparentemente all’inizio indiscutibile)  prende il suo posto. Poi, con altre nuove esperienze saremo di nuovo portati a sostituire i nostri pensieri con qualcosa di nuovo,  da scoprire e conoscere. Ciò non significa che stavamo pensando in modo sbagliato a parer mio, semplicemente stavamo cercando di darci delle spiegazioni in base ai dati raccolti fino a quel momento. Penso che un buon modo per migliorarsi sia il non rimanere inchiodati alle proprie credenze in quanto non devono essere confuse con le nostre sicurezze: noi siamo la nostra sicurezza, noi siamo la nostra Terra, il nostro albero, il nostro cielo. Tutto ciò che ne fa parte ha bisogno di evolversi in ogni attimo e di conseguenza non c’è da aver paura nel lasciar andare pensieri “vecchi” per accoglierne di “nuovi”, per lasciarli andare un attimo dopo..e ancora e ancora..

E’ un pò come camminare..non facciamo mai gli stessi passi sullo stesso posto nell’ identico modo..

Il nostro modo di pensare influenza la nostra quotidianità?

E’ forse ancor più incredibile notare che, in base a come pensiamo poi agiamo e il modo di agire determina la nostra quotidianità. E’ vero, si rischia di fare una gran confusione domandandosi “ma allora cosa è giusto pensare?”, ” ma allora come è meglio vivere?”..quante domande! Io proporrei di accogliersi, così come si è in quel momento, accettarsi per ciò che si è lì in quell’attimo! Senza definirsi troppo, tanto l’attimo dopo probabilmente si è già in un altro modo. Permetterci di scorrere, almeno dentro di noi, sarebbe utile penso.

Il cielo e la nostra realtà

Vi immaginate se il cielo fosse sempre allo stesso modo? O sempre con il sole, o sempre con le nuvole? In realtà il cielo è sempre il cielo, ma in ogni attimo si modifica, “vive” e manifesta qualcosa di diverso. E così noi. Siamo sempre noi nell’indole, nessuno ce la porta via, ma esprimiamo e pensiamo qualcosa di diverso in ogni momento. Se invece ci fossilizziamo probabilmente si potrebbe creare un “intoppo” che a lungo andare potrebbe crearci dei disagi. Il cielo, come forza, ha se stesso..noi, come forza, abbiamo noi..tutto il resto forse ha bisogno di fluire..

Come migliorare la qualità dei nostri pensieri e della nostra Vita?

Inoltre, parlo in modo metaforico, non è che cambiando il sole cambiamo il cielo..ma accogliendo il cielo abbiamo diretto accesso ad esso..e il modo migliore che fino ad ora conosco per rendere il nostro universo interiore più sereno è l’Amore, tanto tanto tanto Amore! Andiamo spesso cercando l’Amore nell’altro, nell’altra..ma anche noi sappiamo donarcelo! Proviamo ad abbracciarci! Siamo capaci! Possiamo farlo! Consoliamo sempre gli altri e cerchiamo qualcuno che ci consola..ma anche noi sappiamo consolare noi stessi, anche noi sappiamo ascoltarci, anche noi sappiamo incoraggiarci! Prendiamoci per mano, nel nostro Cuore, diamoci una pacca sulla spalla, un bacio sulla ferita, un abbraccio sincero e giorno dopo giorno ci renderemo conto che la nostra presenza è ciò di cui abbiamo realmente e fondamentalmente bisogno.

Felice esistenza a tutti, 

nb.
ogni mio articolo non deve essere preso come una verità: io non insegno niente a nessuno! Semplicemente rifletto, scrivendo, insieme a voi.
l’Amore migliora la nostra vita

Lascia un commento