con la Prano

l’energia vitale scorre da un Cuore ad un altro Cuore 

 

La Prano (prima si chiamava pranoterapia, poi pranopratica) è una tecnica energetica dove il pranooperatore utilizza il proprio prana (la propria energia vitale) per favorire il riequilibrio energetico e un eventuale processo di autoguarigione psicofisicaenergetica nella persona che riceve il trattamento.

Trentino Olistico, che con le sue attività e i suoi servizi punta a un concreto miglioramento della qualità della Vita con l’utilizzo di tecniche alternative, offre:

sedute di prano

corsi personalizzati per imparare a risvegliare, sviluppare ed utilizzare la propria energia pranica per aiutare se stessi;

corsi personalizzati per essere “prano operatori” e quindi fare trattamenti di prano agli altri esseri viventi. 

 

Per info e prenotazioni:

modulo contatti     info@trentinoolistico.it     340.9319307

 


Tutte le attività sono realizzate e coordinate da Liliana Scavoni. 

Liliana Scavoni, nata con caratteristiche energetiche più spiccate della norma, svolge dal 1999 un lavoro interiore quotidiano affinchè la sua struttura energetica continui a mantenere e sviluppare delle caratteristiche positive sia per se stessa che per chi vive intorno a lei. Negli anni ha acquisito esperienza e professionalità, ha svolto numerosi corsi olistici e tra questi un percorso di sedici anni con uno sciamano bianco (suo Maestro), ha frequentato una scuola di pranopratica a Roma,  e ha seguito per molto tempo da vicino il famoso pranoterapeuta Mario Azzoni. Nel sito è presente la presentazione completa di Liliana qui e le testimonianze autentiche di chi si è sottoposto ai suoi trattamenti.

 


Approfondimenti

“la prano e il percorso interiore, uno stile di vita”

articolo di Liliana S.

Da millenni, anche inconsciamente, utilizziamo la nostra energia vitale per cercare di aiutare noi stessi e gli altri e lo facciamo in innumerevoli modi, basta anche solo pensare all’istinto di portare le nostre mani sul una eventuale parte dolente: quante volte, già da piccoli, abbiamo messo le nostre mani dove abbiamo sentito dolore o fastidio nel nostro corpo? Le mani sono sempre state infatti un “canale preferenziale” dalle quali si sprigiona un maggior flusso di prana (energia vitale) se questo viene sollecitato e per far in modo che questo avvenga, dato che è una dote innata e naturale di tutti, è sufficiente portarle sul punto da trattare. Questo gesto naturale dimostra che abbiamo tutti la conoscenza cosmica che in quel modo possiamo aiutarci e il passo successivo è imparare a gestire e migliorare quel nostro flusso. E’ anche vero che ci sono persone che nascono con questa “capacità” più accentuata di altri, ma è interessante sapere che tutti noi possiamo svilupparla a modo nostro; infatti, ognuno ha energia vitale con caratteristiche proprie, uniche e irripetibili.  Proprio per questa diversità è utile ricordarsi che ogni pranooperatore agisce a modo suo.

Il pranooperatore/ la pranooperatrice professionista ha la grande responsabilità di svolgere in modo “pulito” i suoi trattamenti in quanto avviene uno spostamento della sua energia vitale all’energia della persona che riceve. Per un pranooperatore professionista dovrebbe essere quindi fondamentale:

svolgere un lavoro interiore quotidiano affinchè la sua struttura energetica sia positiva, libera da blocchi energetici, tranquilla, serena, in armonia;

seguire uno stile di vita il più possibile sano;

creare momenti quotidiani per la meditazione e tutto ciò che serve per stare in Armonia con sè così da poter trasmettere positività;

“scaricare”” eventuale energia pesante accumulata durante i trattamenti;

essere consapevoli che non si fa un trattamento di prano, bensì si dona il proprio prana (la propria energia vitale) e la differenza la fa un proprio percorso di continua trasformazione interiore;

capire che non basta una tecnica imparata a un corso, ma bisogna comprendere cosa si sta facendo e questo avviene con ascolto e esercizio costante.

 

“A volte non basta fare, bisogna essere” Liliana S. 

 

 

 

 

 

Lascia un commento